Nell’autunno 2014 è stato il turno dell’ala ovest della Casa anziani ad essere sottoposta a lavori di ammodernamento. In data 19.10.2013 la Fondazione Casa Cinque Fonti ha inoltrato agli Uffici cantonali preposti la richiesta di sussidio per un importo di 6'115'884.-- per i nuovi lavori previsti per l’ala eretta nel 1975. Lo Studio Ingegneria Sciarini SA ha elaborato un piano di ristrutturazione dell’ala seguendo le normative cantonali vigenti in materia degli spazi delle Case anziani. I lavori di ristrutturazione sono iniziati nel novembre 2014 e hanno comportato il trasferimento temporaneo degli anziani residenti nell’ala. I pazienti sono stati ospitati dalla Fondazione Piccola Casa della Divina Provvidenza “Cottolengo” a Gordevio, in valle Maggia. Oltre al rifacimento dell’intera facciata esterna, i lavori di rinnovamento hanno comportato l’ammodernamento del salone multiuso all’interno del quale è stata installata una moderna cucina multifunzione, un impianto multimediale, delle toilette, nuovi serramenti, un nuovo soffitto e un nuovo pavimento costituito da lastre di granito di alta qualità. Il nuovo salone multiuso viene adibito a spazio per attività di animazione, per conferenze, spettacoli nonché come Centro di accoglienza diurna per gli anziani della regione. Sempre all’interno dell’ala ristrutturata, le stanze degli anziani residenti sono state individualizzate, passando per la maggior parte da stanze doppie a stanze singole. Ognuna di esse è fornita di servizi igienici, di comodi armadi e di connessione alla rete internet, televisiva e telefonica, nonché di un balcone privato. A seguito dell’ammodernamento della “vecchia” ala, al posto del precedente solaio all’ultimo piano, sono stati creati uno spazio per le attività di fisioterapia e ginnastica nonché delle camere per i soggiorni temporanei.

A conclusione dei lavori, nel maggio 2016, gli ospiti residenti presso la Casa anziani di Gordevio hanno potuto fare rientro presso la Casa Cinque Fonti e godere dei nuovi spazi. Attualmente, l’Istituto dispone di una capienza di 76 posti-letto, tra cui 71 per lungo degenti e 5 posti-letto per soggiorni temporanei, e di un Centro di accoglienza diurna in grado di ospitare fino a 8 anziani durante la giornata.