stabile

L’animazione e la riabilitazione rappresentano la filosofia di base del nostro operare, non semplicemente un aspetto marginale o delle attività per passare il tempo.
Ogni persona ha la sua storia, i suoi bisogni e le sue potenzialità. L’esistere dell’anziano va oltre l’aiutarlo a lavarsi, a nutrirsi, a curarsi, a coricarsi.
Mettere o rimettere in moto la voglia di vivere, mantenere attiva la mente, smuovere emozioni, considerare l’anziano in tutte le sue dimensioni esistenziali vuol dire promuovere una qualità dinamica, significa mettere a punto un servizio personalizzato per ciascun anziano che ci viene affidato.
In questo senso, i collaboratori dell’Istituto si impegnano in un progetto per ogni anziano, perché essere in tanti non significa essere anonimi, e allungare la vita non basta: occorre offrire dei significati.
Gli anziani sono la nostra memoria, ci sono emozioni e sentimenti che si tramandano solo di mano in mano.
L’obiettivo delle attività di animazione è quello di far vivere l’anziano in una casa aperta al mondo e ai vari stimoli che esso può offrire.

A tal fine

  • Si impone la necessità di una risposta interdisciplinare tra le diverse figure operanti
  • I responsabili dell’animazione devono farsi conoscere per poter essere contattati facilmente diventando il catalizzatore delle attività
  • Essi si aprono e si interessano alle attività promosse dagli enti esterni
  • Rendere l’ospite maggiormente protagonista nelle azioni della vita quotidiana
  • Operare in collaborazione con le forze di volontariato
  • Coinvolgere i familiari

I principali criteri per organizzare la vita quotidiana dell’ospite, tenendo conto che l’animazione lavora con e per l’anziano, persona adulta e degna di rispetto, sono libertà e sicurezza, flessibilità e tolleranza .